Famiglia e infanzia

  • Servizi per l'infanzia
  • Associazioni e Volontariato
  • Offerta pubblica
  • A spasso con i bambini
  • Assegni di maternità
  • U.O.M.I.

Il presente progetto si propone di realizzare asili nido attraverso la rifunzionalizzazione di immobili in disuso ma già adibiti a struttura scolastica. L'obiettivo è di dotare il territorio, nell'ottica più ampia di ambito, di strutture che abbinino, alla temporanea custodia, finalità educative, di crescita e di sostegno alle famiglie con particolare attenzione alle donne lavoratrici; infatti, i criteri di selezione dell'utenza saranno improntati a favorire le famiglie a disagio socio-economico e le madri lavoratrici in ...

Le organizzazioni di volontariato sono organismi che svolgono attività di utilità sociale e che si avvalgono delle prestazioni personali, volontarie e gratuite dei propri aderenti. Le associazioni qui riportate si occupano di persone con disabilità o delle loro famiglie e rappresentano una importante realtà a livello locale. Affrontano ognuna aspetti specifici riguardanti il mondo della disabilità estendendo il proprio interesse alle tematiche di inserimento sociale.
L'obiettivo è quello di sostenere la capacità di acquisto delle famiglie di posti nido privati, prevedendo un abbattimento indiretto dei costi a carico delle famiglie e favorendo l'accesso ai servizi offerti dal Privato agli stessi costi praticati dal servizio pubblico.
Sulla base delle indicazioni regionali è stato costituito il "tavolo" di lavoro, che ha coinvolto i referenti comunali e le strutture private operanti sul territorio rhodense disponibili a condividere il percorso proposto, che condurrà a un unico sistema di accreditamento.
La famiglia è al centro dell'azione di governo.
Gli obiettivi:
- Realizzazione degli interventi previsti dalla legge 1/2011 sul benessere familiare
- Cura delle azioni a sostegno della natalità
- Gestione degli standard famiglia
- Attuazione degli interventi inerenti le politiche a sostegno dei giovani
- Cura degli interventi di sostegno alle attività sportive, con particolare riferimento alla promozione delle stesse nel mondo giovanile
E’ un assegno che la madre non lavoratrice può chiedere al proprio Comune di residenza per la nascita del figlio oppure per l’adozione o l’affidamento preadottivo di un minore di età non superiore ai 6 anni (o ai 18 anni in caso di adozioni o affidamenti internazionali).
La madre lavoratrice può chiedere l’assegno se non ha diritto all’indennità di maternità dell’Inps oppure alla retribuzione per il periodo di maternità. Se l’importo dell’indennità o della retribuzione è inferiore all’importo dell’assegno, la madre lavoratrice può chiedere al Comune l’assegno in misura ridotta.
L’ attività Materno - Infantile si esplicita nella promozione della salute della donna, nella tutela della procreazione e della maternità consapevoli, del benessere fisico e psichico e nella promozione della salute del bambino e degli adolescenti.
La rete delle Unità Operative Materno - Infantile (U.O.M.I.) è capillare in tutto il territorio dell’ Azienda e rappresenta un punto di riferimento per l’attuazione di programmi di prevenzione di salute pubblica.

Assistenza agli anziani

  • Assistenza domiciliare
  • Difendersi dalle truffe
  • Emergenza Caldo
  • Sicurezza in casa

In attuazione del piano sociale di zona dell'Ambito N11 le amministrazioni comunali hanno avviato servizi di assistenza domiciliare integrata e sociale alla popolazione anziana o in condizione di non autosufficienza per la durata di un anno attraverso la concessione di voucher sociali. I voucher sociali sono un mezzo per sostenere a 

livello domiciliare, nel rispetto della libera scelta dell'utente dei soggetti erogatori dell'assistenza, il soddisfacimento dei bisogni di ordine sociale e integrato dei soggetti anziani o in condizione di non autosufficienza, al fine di favorire la loro permanenza nell'ambiente di vita e di relazione.

Nell'ambito della "Tutela del consumatore", si rivolge principalmente agli anziani potenziali vittime di truffa, ma anche a tutti gli operatori pubblici e privati, reti parentali o amicali che, venendo a contatto con persone anziane a vario titolo, possono assumere un ruolo nella prevenzione e nella tutela nei confronti di questa categoria di persone.
Nell'ambito della "Tutela del consumatore", si rivolge principalmente agli anziani potenziali vittime di truffa, ma anche a tutti gli operatori pubblici e privati, reti parentali o amicali che, venendo a contatto con persone anziane a vario titolo, possono assumere un ruolo nella prevenzione e nella tutela nei confronti di questa categoria di persone. Il progetto ha lo scopo di far fronte ai disagi legati alle ondate di calore nel periodo compreso tra il 15 giugno e il 15 settembre di ogni anno attraverso il servizio che si occupa di:
  • accoglienza e ascolto degli anziani in difficoltà a causa dell'isolamento in cui possono trovarsi nel periodo estivo;

Anziani e sicurezza: alcune regole fondamentali.

Il rispetto di alcune regole semplici può aiutare a vivere anche nell'età matura con sicurezza a casa propria.

Il fumo:

  • non fumare mai a letto;
  • quando si fuma, i portacenere dovrebbero essere grandi e profondi;
  • prima di svuotare il portacenere, controllare che la cenere non sia più calda, perché può rimanere calda per ore ed incendiare quello che si trova intorno, anche nella spazzatura. Per sicurezza, gettare la cenere bagnata con acqua;
  • prima di andare a letto, si dovrebbe controllare se ci sono mozziconi di sigarette lasciati in giro. Se si fuma la pipa, togliere la cenere dal cannello e riporre la pipa sul portapipe o su un portacenere.

Newsletter


Calendario

« Novembre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      

Disabilità e non autosufficienza

Registro imprese NA P. IVA e C.F. 04525451219
Rea n-700725 Capitale Sociale € 266.383,50 i.v.
Skype Skype: areanolanadigitale Help Desk Help Desk: 081 82 39 106
mail certificata: agenziaareanolana@pec.it

Area Nolana Digitale