Borgo di Comiziano

Il borgo ebbe origine tra il I sec. a.C. ed il I sec. d.C. come una delle numerose ville rustiche che circondavano la città di Nola. Comiziano ha avuto un rapporto stretto con le proprie origini rurali, come conferma la presenza sul territorio di numerose cantine e varie masserie.

Le prime, indicano il profondo legame della gente del posto con la terra e con uno dei suoi frutti più caratteristici: l'uva. Il borgo, infatti, custodisce, nel suo sottosuolo, locali e cunicoli in cui, per anni, è avvenuto il processo di vinificazione.

Le masserie costituiscono uno degli elementi di maggiore rilievo nell'ambito del paesaggio campestre. Nelle sue forme tradizionali si tratta di un'espressione nata da una cultura povera, caratterizzata da una matrice agricola. I manufatti venivano realizzati con materiali reperiti sul posto ed avevano funzione di abitazioni, stalle, fienili, locali per la trasformazione e la conservazione dei prodotti. Le soluzioni tecniche sono essenziali e di grande efficacia, funzionali all'utilizzo efficiente di tutte le risorse ambientali.

Degna di nota, la Chiesa di San Severino (foto del prospetto esterno), risalente al XVI sec., ed elevata a parrocchia nel 1527 per volere del nobile Giovanni Bernardo Mastrilli. La fabbrica, di chiara matrice rinascimentale, è ad aula unica. L'architettura rivela una sensibilità per il passato antico, con una ripresa dei vecchi ordini architettonici, attraverso la tendenza ad un'articolazione chiara e ortogonale: l'impiego di forme geometriche elementari caratterizza la struttura della navata, le colonne e i capitelli.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Lo sapevi che Comiziano

Bilancio in attivo

… un bozzetto della grande tela dell’altare maggiore della Collegiata di Marigliano realizzato da Domenico Antonio Vaccaro, si conserva all’Art Museum di Worcester nel Massachusetts (USA)

 
Nasce l'Area Nolana Digitale

… nel 1754 Sant’Alfonso dei Liguori ideò a Nola il famosissimo canto “Tu scendi dalle stelle”

 
Titolo notizia in primo piano

… la Campania è la prima regione italiana nella produzione di nocciole. La varietà che caratterizza il territorio nolano è la “Mortarella” e la “San Giovanni”

 
 
 
 

Registro imprese NA P. IVA e C.F. 04525451219
Rea n-700725 Capitale Sociale € 266.383,50 i.v.
Skype Skype: areanolanadigitale Help Desk Help Desk: 081 82 39 106
mail certificata: agenziaareanolana@pec.it

Area Nolana Digitale